Bando Mutamenti

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza:

AVVISO: Bando Mutamenti

Programma:  Fondazione Compagnia San Paolo

 

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari:

Comuni al di sotto dei 20.000,00 abitanti

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda:

Data di apertura: 5 maggio 2021

Data di chiusura: 5 luglio 2021

Valore Progettuale Minimo e massimo:

n/a

Percentuale di cofinanziamento:

100%

 

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento:

Superiore: 20.000,00 Euro

 

Descrizione Sintetica:

Il bando sostiene e accompagna la progettazione di azioni locali di adattamento al cambiamento climatico. L’adattamento è un processo incrementale e parzialmente trasformativo del territorio, attuabile tramite azioni singole o coordinate, scalabili ed eventualmente sinergiche tra loro, volto a ridurre gli effetti negativi dei cambiamenti climatici e adottare misure appropriate per prevenire o ridurre al minimo i danni e/o sfruttare le opportunità che possano sorgere. L’adattamento può essere perseguito attraverso strategie nazionali, regionali ma una sua declinazione, anche a livello locale, è necessaria, poiché gli impatti del cambiamento climatico assumono forme, caratteristiche e dimensioni diverse a seconda del territorio e, in generale dei contesti, in cui si manifestano.

Per affrontare questa sfida, i territori devono dotarsi di politiche e strumenti ad hoc, sviluppare nuovi modelli economici, sociali ed ambientali per adattarsi e per resistere nel lungo periodo alle sollecitazioni di un clima che cambia, sviluppare la necessaria resilienza e assistere le comunità nel prepararsi a rispondere efficacemente alle sollecitazioni dovute al cambiamento climatico.

A titolo di esempio, azioni di adattamento al cambiamento climatico possono riguardare una diversa gestione, in termini di pianificazione o programmazione ma anche di misure di early warning, per fenomeni quali allagamenti, incendi e frane, ondate di calore, la realizzazione di una specifica opera o azione volta a contenere l’impatto di pericoli connessi alle condizioni atmosferiche che sono attesi in aumento, in termini di frequenza ed intensità, la progettazione di nuovi modelli di sviluppo territoriale che tengano in considerazione le mutate condizioni climatiche, la diffusione di diversi modelli di comportamento volti a minimizzare gli sprechi di risorse naturali e più genericamente tutte le azioni che in un dato contesto possono essere attuate per limitare gli impatti negativi che gli eventi meteorici estremi, esacerbati dai cambiamenti climatici, possono causare.

La costruzione della resilienza di un territorio agli impatti del cambiamento climatico deve però necessariamente avvenire attraverso un processo di coinvolgimento della popolazione, degli stakeholder e di tutti i comparti che devono convivere con le azioni di adattamento, perché non solo, in questo modo, ci si assicura che l’azione intrapresa mantenga la sua efficienza ed efficacia nel tempo, ma ci si assicura, anche, che tutti gli attori prendano realmente coscienza che adattarsi può rappresentare un’opportunità per rendere gli abitati più sicuri e attrattivi, con una migliorequalità della vita, rendendoli luoghi più collaborativi, equi e solidali, in grado innescare processi di rivitalizzazione economica, sociale e culturale.

Nella fase 1 del bando, pertanto, gli enti dovranno presentare un dossier di candidatura che, a partire da una breve analisi delle caratteristiche e delle criticità territoriali:

• illustri gli impatti sul territorio provocati da pericoli che possono essere influenzati dal cambiamento climatico

• proponga una possibile misura di adattamento al cambiamento climatico (con relativa ipotesi di piano economico)

• presenti un piano di sensibilizzazione e condivisione con la popolazione che ne sarà partecipe e/o protagonista.

N.B. Nella prima fase del bando, ai dossier di candidatura non è richiesta una progettazione e un piano economico di dettaglio: l’approfondimento e la definizione precisa dell’azione di adattamento saranno infatti oggetto del percorso di accompagnamento e formazione previsto dal presente bando.

A completamento del percorso di accompagnamento, gli enti partecipanti dovranno invece presentare, nella seconda fase del bando, proposte ad elevato livello di dettaglio, cosa che sarà facilitata dall’esperienza e dalla formazione maturata nel percorso di accompagnamento.

 

Area di Cooperazione:

Piemonte, Valle d’Aosta e dell’entroterra della Liguria.

Partenariato: 

Non obbligatorio

 

Tipo di Finanziamento:

Contributo a fondo perduto

Risorse complessive:

n/a

Link Bando:

Avviso: https://www.compagniadisanpaolo.it/wp-content/uploads/Bando-Mutamenti-idee-e-azioni-per-il-clima-che-cambia.pdf

Programma:https://www.compagniadisanpaolo.it/it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *