CEPELL – Ad Alta Voce 2022

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza:

AVVISO: “AD ALTA VOCE” 2022 Bando per progetti di promozione della lettura ad alta voce

Programma: Centro per il libro e la lettura

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari:

Possono presentare domanda di ammissione al finanziamento fondazioni, associazioni culturali e altri organismi senza scopo di lucro che abbiano esperienza continuativa almeno triennale – riconosciuta e documentata – nell’ambito di progetti di lettura ad alta voce.

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda:

Data di apertura: 29/12/2022

Data di chiusura: 03/03/2023 (ore 13)

Valore Progettuale Minimo e massimo:

Non indicati

Percentuale di cofinanziamento:

Il costo complessivo del progetto dovrà essere pari all’importo finanziato, ovvero superiore in caso di co-finanziamento.

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento:

Superiore

Sezione 1 – Progetti Nazionali: 90.000,00 Euro

Sezione 2 – Progetti Locali: 40.000,00 Euro

Descrizione Sintetica: 

Con il presente Bando, predisposto ai sensi del Decreto Interministeriale 17 febbraio 2022, n. 61 recante “Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura di cui all’articolo 2, comma 1, della legge 13 febbraio 2020 n. 15, per gli anni 2021-2023”, il Centro per il libro e la lettura (d’ora in poi denominato “Centro”) si rivolge a fondazioni, associazioni culturali e altri organismi senza scopo di lucro al fine di promuovere lo sviluppo e la sperimentazione di iniziative e programmi di lettura “ad alta voce”. Leggere “ad alta voce” è un’arte: si chiama reading ed è un modo di interpretare e recitare un’opera, gustandone appieno la lettura e condividendone il senso e le emozioni.

Il presente Bando intende promuovere e diffondere l’educazione e l’abitudine alla lettura espressiva “ad alta voce” attraverso la realizzazione di progetti che:

– sostengano iniziative di promozione del libro e della lettura finalizzate al mantenimento, rafforzamento e sviluppo del tessuto sociale, attraverso la costruzione di reti e di rapporti che colleghino tutti i soggetti attivi nel territorio, allo scopo di rendere la lettura espressiva “ad alta voce” un’abitudine sociale diffusa e uno strumento di inclusione e partecipazione;

– favoriscano la costituzione di nuove filiere, al fine di sperimentare forme innovative nella gestione di attività di promozione della lettura;

– coniughino il valore formativo della lettura con la consapevolezza che essa sia un piacere da condividere e uno strumento in grado di favorire il pensiero critico e lo sviluppo sociale;

– coinvolgano e sensibilizzino alla lettura espressiva “ad alta voce” un pubblico esteso e diversificato, con particolare riguardo all’attivazione o al potenziamento di servizi culturali in favore di bambini, ragazzi e giovani, anche all’interno e all’esterno delle strutture scolastiche;

– favoriscano iniziative e progetti di lettura dei grandi classici della letteratura mondiale presso i teatri, anche in collaborazione con fondazioni, biblioteche, librerie, all’interno di 2 festival e di programmazioni artistiche e culturali, e comunque utili a sensibilizzare e coinvolgere le nuove generazioni nei confronti del libro e della lettura, anche attraverso forme di collaborazione con le istituzioni scolastiche.

In particolare, il Bando si propone di sensibilizzare alla lettura espressiva “ad alta voce” anche trasmettendo opportune competenze, quali:

– imparare a leggere “ad alta voce”;

– comprendere il valore della punteggiatura, in funzione espressiva, assimilandone le regole generali;

– prendere dimestichezza con la lingua italiana, attraverso il linguaggio della letteratura narrativa;

– favorire/sviluppare le capacità di analisi e comprensione del testo, andando oltre la scrittura per individuarne i significati ulteriori e favorendo l’esercizio della critica e della sintesi.

Il Piano nazionale d’azione prevede tra le linee d’azione il sostegno a “progetti di lettura dei grandi classici della letteratura mondiale presso i teatri, anche in collaborazione con fondazioni, biblioteche, librerie, all’interno di festival e di programmazioni artistiche e culturali” (art. 4, comma 2, lettera e). Il risultato del Bando sarà l’individuazione di n. 10 progetti che favoriscano e diffondano l’educazione alla lettura espressiva “ad alta voce” da promuovere e sostenere con il contributo economico del Centro. Il Bando sarà pubblicato sui siti istituzionali del Centro, della Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore e del MiC.

Le tipologie progettuali per cui è possibile concorrere sono:

– Sezione 1 – Progetti nazionali (che prevedano attività in due o più regioni italiane).

– Sezione 2 – Progetti locali (che prevedono attività a livello territoriale in uno o più comuni della stessa regione).

Il Soggetto proponente può candidare una proposta progettuale in una sola delle due Sezioni indicate selezionando in piattaforma la Sezione per la quale intende concorrere (Sezione 1, codice piattaforma AV1, oppure Sezione 2, codice piattaforma AV2) e tenendo conto anche dei diversi massimali di finanziamento previsti per ciascuna Sezione.

Sono ammissibili progetti di promozione della lettura espressiva “ad alta voce” che prevedano iniziative volte al raggiungimento delle finalità dell’avviso presso i teatri, attraverso la collaborazione con fondazioni, biblioteche, librerie, anche all’interno di festival e di programmazioni artistiche e culturali e con i soggetti sottoscrittori dei Patti locali per la lettura.

I progetti potranno prevedere fra l’altro:

– l’individuazione di percorsi di lettura che aiutino a discutere e riflettere su sé stessi e sui rapporti sociali;

– cicli o eventi di lettura ad alta voce presso i teatri e in luoghi pubblici e/o privati ma comunque destinati o destinabili, anche in maniera inusuale, alla lettura ad alta voce (ad esempio: ospedali, RSA, strutture detentive ecc.) con attori/lettori professionisti;

– la selezione di bibliografie ragionate relative al progetto da realizzare e l’acquisto dei testi riguardanti le letture e le opere di letteratura;

– laboratori sulle tecniche di lettura “ad alta voce”;

– corsi di formazione di “educazione alla lettura espressiva ad alta voce” per professionisti, insegnanti e/o volontari e/o alunni;

– il coinvolgimento di esperti di settore, che porteranno i partecipanti ad una maggiore consapevolezza del valore dei testi.

Area di Cooperazione:

Italia

Partenariato:

Sono ammissibili progetti di promozione della lettura espressiva “ad alta voce” che prevedano iniziative volte al raggiungimento delle finalità dell’avviso presso i teatri, attraverso la collaborazione con fondazioni, biblioteche, librerie, anche all’interno di festival e di programmazioni artistiche e culturali e con i soggetti sottoscrittori dei Patti locali per la lettura.

Tipo di Finanziamento:

Contributo a fondo perduto

Risorse complessive:

500.000,00 Euro

Link Bando:

Avviso: https://cepell.it/wp-content/uploads/2022/12/BANDO_Ad-alta-voce-2022_.pdf

Programma: https://cepell.it/ad-alta-voce/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *