SMP-COSME – Crescita sostenibile e costruzione di resilienza nel turismo

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza:

AVVISO: Sustainable Growth and Building Resilience in Tourism – Empowering SMEs to carry out the twin transition SMP-COSME-2022-TOURSME (GRO/SME/22/12745)

Programma:  Single Market Programme (SMP COSME)

 

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari:

Enti dotati di personalità giuridica, pubblici o privati

 

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda:

Data di apertura: 06/09/2022

Data di chiusura: 30/11/2022

Valore Progettuale Minimo e massimo:

Non indicati

Percentuale di cofinanziamento:

100%

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento:

Inferiore: 2.000.000,00 Euro

Superiore: 4.000.000,00 Euro

 

Descrizione Sintetica: 

Il bando si inquadra nel Programma per il mercato unico – COSME (O.S. B) per la promozione di un ecosistema turistico sostenibile, collegato al percorso di transizione per il turismo, il documento strategico sviluppato all’inizio del 2021 in collaborazione con gli Stakeholder del turismo per sostenere la transizione verde e digitale e la resilienza dell’ecosistema turistico dell’UE.

L’obiettivo principale è quello di rafforzare la competitività delle PMI del settore del turismo, sviluppando le loro capacità di portare avanti con successo la doppia transizione verde e digitale, e promuovere innovazione, resilienza, sostenibilità e qualità lungo la catena del valore del turismo.

Gli obiettivi specifici sono:

  1. promuovere soluzioni innovative per il turismo sostenibile, in grado di fornire alle PMI e alle destinazioni nuovi modelli di business, servizi innovativi per soddisfare la domanda turistica in evoluzione e una maggiore resilienza agli shock;
  2. fornire supporto alle PMI, perché possano pianificare e realizzare miglioramenti attraverso lo sviluppo/implementazione/scaling-up di prodotti, processi, servizi e/o modelli di business che promuovano un turismo sostenibile, digitale e inclusivo;
  3. adottare meccanismi esistenti o costruirne di nuovi ed efficaci per lo scambio delle migliori pratiche e la diffusione di strumenti trasferibili e la condivisione delle conoscenze tra le PMI, in particolare a livello europeo.

Attraverso questo bando la Commissione intende selezionare dei partenariati transnazionali che realizzino almeno le seguenti attività:

  1. Stato dell’arte e buone pratiche

La compilazione di un elenco o di un compendio delle lezioni apprese e/o delle migliori pratiche riguardanti i bisogni delle PMI come individuati nel regime di sostegno e come elaborati qui seguito, sulla base delle esperienze locali degli ultimi anni (soprattutto durante il COVID). L’elenco/compendio dovrebbe essere organizzato in assi tematici (con riferimento al Percorso di transizione per il turismo) e dovrebbe aiutare a valutare il successo e la replicabilità dei progetti sostenuti. Tale elenco/compendio sarà anche reso disponibile per la pubblicazione nella prossima piattaforma collaborativa Together for EU Tourism (T4T) istituita dalla Commissione europea per accompagnare l’attuazione del Transition Pathway for Tourism.

  1. Sviluppo delle capacità per le PMI del settore turistico
  2. a) Supporto tecnico e finanziario alle PMI

Il partenariato dovrà selezionare attraverso un processo trasparente e aperto (che deve essere illustrato in fase di proposta progettuale) almeno 50 progetti innovativi presentati da PMI (singole o riunite in consorzi) che consentano lo sviluppo, l’implementazione e il potenziamento di soluzioni innovative per un turismo sostenibile, digitale e inclusivo e che contribuiscano chiaramente a innovare l’offerta nell’ecosistema turistico.

Al sostegno finanziario delle PMI così selezionate deve essere dedicato almeno il 60% dell’ammontare della sovvenzione; a ogni PMI selezionata il sostegno sarà fornito come importo forfettario per un importo compreso fra 20.000 e 30.000 EUR per ciascun progetto innovativo sostenuto.

Il partenariato dovrà monitorare l’effettiva attuazione dei progetti innovativi e riferire regolarmente all’EISMEA sui progressi compiuti. Dovrà inoltre fornire supporto tecnico e tutoraggio ad hoc alle PMI coinvolte perché siano in grado di pianificare e realizzare miglioramenti in termini di sostenibilità e digitalizzazione delle loro operazioni.

  1. b) Formazione e trasferimento di conoscenze alle PMI

Il partenariato deve mettere in atto ed eseguire un piano attraverso il quale organizzerà attività di formazione su larga scala sulle capacità e sul trasferimento delle conoscenze per le PMI nel settore turistico (nella proposta progettuale dovrà essere indicato il numero di PMI che si intendono raggiungere, la loro portata geografica e la loro provenienza).

  1. Sviluppo delle capacità per gli ecosistemi turistici locali

Le proposte finanziate fungeranno da fari nel turismo sostenibile e digitale e diventeranno un punto di riferimento per gli ecosistemi turistici locali relativamente alle modalità di realizzazione di soluzioni innovative per il turismo sostenibile, in grado di fornire alle imprese e alle destinazioni nuovi modelli di business, servizi innovativi per soddisfare la domanda turistica in evoluzione e una maggiore resilienza agli shock. I proponenti dovrebbero quindi mostrare collaborazione, buone pratiche e risultati del progetto a livello nazionale, transnazionale e dell’UE e scambiare conoscenze a livello transfrontaliero per facilitare la potenziale replica da parte di altri ecosistemi turistici. Ciò può essere realizzato attraverso Campagne di comunicazione, campagne di sensibilizzazione, Workshop collaborativi, eventi di disseminazione e di networking e la pubblicazione di materiali di facile utilizzo per orientamenti e migliori pratiche.

Settori/temi (elenco non esaustivo)

– sviluppo di offerte turistiche responsabili e diversificate, con particolare attenzione alle sfide legate alla stagionalità;

– esperienze basate sul turismo rigenerativo, che rispettino l’autenticità delle offerte turistiche locali e contribuiscano al benessere delle comunità ospitanti;

– sviluppo di servizi turistici aperti e accessibili a diversi gruppi ed esigenze di viaggio, come famiglie, portatori di handicap, anziani, LGBTQ+, o che soddisfino le tendenze emergenti, ad es. nomadi digitali (lavoratori a distanza) e turismo educativo;

– iniziative di turismo culturale riguardanti il patrimonio culturale sia materiale che immateriale;

– crescita del turismo legata alla conservazione e rigenerazione del patrimonio naturale e della biodiversità; azioni legate al clima.

 

Area di Cooperazione:

Stati UE più Islanda, Norvegia, Liechtenstein

Partenariato:

La proposta progettuale deve essere presentata da un partenariato transnazionale di almeno 5 partner (e al massimo 8) di almeno 5 diversi  Paesi ammissibili.

Il partenariato deve comprendere almeno:

– 2 organizzazioni di sostegno alle imprese di due diversi paesi ammissibili

– 1 organizzazione di gestione della destinazione (DMO) che offra al consorzio una conoscenza approfondita dell’ecosistema turistico e un rafforzamento delle capacità dell’ecosistema locale, fungendo da moltiplicatore per le lezioni apprese (se sono coinvolte più DMO, devono provenire da paesi ammissibili diversi)

– 1 soggetto giuridico con comprovata capacità di trasferimento delle conoscenze e di formazione delle PMI (università, centro di formazione o centro di ricerca)

– 1 soggetto giuridico con comprovata competenza specialistica in comunicazione e diffusione, che metterà a disposizione del consorzio

Tipo di Finanziamento:

Budget-based grant

Risorse complessive:

20.500.000,00 Euro

 

Link Bando:

Avviso: https://webgate.ec.europa.eu/ciccom/files/JDJ5JDEwJFBKVXlmQ2YwWjAyM2ZCSFhwb3pXa09obXRJSnl1ODVmYnNOcHIzUmc5NlRCSHY3ck0zekdP/smpcfpwp2022tourismsustainablegrowth0109clean1pdf1662362749-en.pdf

Programma: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/programmes/smp

https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/find-funding/eu-funding-programmes/single-market-programme_it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *